English Deutsch
  Rifugio Federico "in Dosdè"
Il rifugio “Federico in Dosdè” costituisce l’unico rifugio gestito da parte di un sodalizio del CAI dell’Alta Valle.
Situato in Val Dosdè, a quota di 2.133 m.s.l.m., il nuovo rifugio, aperto al pubblico dall’inizio della corrente stagione estiva, è stato ricavato sul sedime di alcuni resti di una vecchia baita diroccata.

Dal 1995, la sezione di Bormio del CAI, si è sforzata di reperire fondi per la sistemazione della struttura per adibirla a ricovero per alpinisti, scialpinisti, escursionisti e quale punto di appoggio per attività legate in particolare all’alpinismo giovanile.

A poco a poco, dal ’95 ad oggi, grazie soprattutto all’impegno dei volontari, il CAI è riuscito a giungere alla tanto aspettata apertura dello scorso mese di giugno. La gestione è stata affidata al noto alpinista di Sondalo ed istruttore delle guide alpine, Adriano Greco. Obiettivo legato all’apertura del rifugio (dedicato a Federico Valgoi, giovane alpinista bormino che ha perso la vita arrampicando nel 2002 ) è il rilancio dell’alpinismo nella val Viola e nella val Dosdè, la riscoperta di zone ricche di imponenti vette che superano i 3.000 m.s.l.m. (dalla cima Viola alle cime di Lago spalmo, dal Corno Dosdè alla cima Saoseo) e dei percorsi che collegano questo importante crocevia con l’Alta Valtellina, col Livignese, col comprensorio di Grosio e con la Svizzera.

Il rifugio può ospitare fino a 25/30 persone per il pernottamento, è dotato di servizi igienici, docce e corrente elettrica.
E' aperto dal 20 giugno al 20 settembre (per l'apertura invernale è consigliabile telefonare), ed è di proprietà del Cai di Bormio.
   
 
    © Copyright 2007 Rifugio Federico in Dosde' - P.IVA 00877920140 - Privacy Policy Ueppy soluzioni web